Consigli per i genitori di gemelli

Vi abbiamo chiesto i consigli migliori per i futuri genitori di gemelli. Queste sono state le vostre risposte.

1. Calma e regolarità vi possono salvare

Sofie: l'asso nella manica è la calma! Quando sei tranquillo, lo sono anche i bambini.

Kim: una vita strutturata ci ha aiutato moltissimo: cambi, cibo, sonno, ecc. sempre nello stesso momento.

Rowenna: la regolarità funziona benissimo! Quando si dà da mangiare a uno, si dà anche all'altro. Dormivano pure nello stesso momento.

Judith: li abbiamo svegliati, cambiati e nutriti sempre nello stesso momento.

Sharona: cibo, bagnetto, cambi... li facevamo sempre nello stesso momento. Questo ha dato la massima pace negli intervalli.

2. Cibo: separatamente, contemporaneamente, su un cuscino, sul seggiolone?

Sofie: li prendevo in braccio entrambi, così stavano molto bene vicino alla mamma!

Karen: diamo da mangiare io e mio marito assieme, ciascuno con un piccolo in braccio oppure li mettiamo entrambi sulla sdraietta con qualcuno al centro per dar loro il biberon. Quando erano ancora troppo piccoli per essa, li adagiavamo accanto a noi sul divano avvolti in una copertina. Così bastava una sola persona per alimentarli entrambi.

Aline: davo loro da mangiare a turno: chi aveva fame per primo, mangiava per primo.

Linsey: per dar loro da mangiare li mettevamo ciascuno in un ovetto.

Kim: davamo loro da mangiare sempre nello stesso momento, così si addormentavano anche contemporaneamente.

Roxanne: quando li allattavo al seno, utilizzavo un apposito cuscino per gemelli. Ora metto ciascuno in una sdraietta e dò loro il biberon contemporaneamente.

Inge: abbiamo sempre dato il biberon a tutti e tre contemporaneamente, così il tutto ci è più chiaro.

Sharona: ogni genitore di gemelli dovrebbe avere l'apposito cuscino per dar loro da mangiare, ne vale assolutamente la pena!

3. Cambio del pannolino

Sofie: quando si cambia il pannolino, ognuno deve aspettare il proprio turno. Uno deve essere cambiato prima dell'altro (sorride).

Karen: ciascuno al proprio turno naturalmente!

Aline: a volte uno dei due deve aspettare un po', la mamma ha solo due mani!

Kim: li cambiavamo sempre nello stesso momento.

4. Riuscirò a distinguerli?

Kim: ovviamente, si riesce sempre a distinguere i propri figli.

Rowenna: ho un maschio e una femmina, quindi ci riesco comunque!

Inge: ho tre gemelli. Si distinguono comunque facilmente.

5. Non si svegliano spesso tra di loro?

Karen: ora hanno quasi un anno e dormono nella stessa camera. Non si svegliano tra loro, sono semplicemente fatti così. Persino se ne sveglio uno e inizia a "canterellare", per lo più l'altro continua a dormire!

Kim: no! Si abituano ai suoni reciproci.

Inge: sono abituati l'uno all'altro e a dormire nella stessa camera. Se apriamo delicatamente la porta della camera, si svegliano più velocemente di quando uno urla a squarcia gola.

Judith: nei primi mesi dormivano nello stesso lettino, finché non cominciarono a togliersi di bocca il succhietto e a farsi male involontariamente. Dopo 5 mesi dormivano ciascuno nel proprio lettino. Abbiamo messo i lettini l'uno accanto all'altro, di modo che potessero ancora vedersi e toccarsi.

Leggi qui gli altri nostri articoli